italian Italian  english English

Aggiornamenti e Notizie

Ultimo aggiornamento:
25 Giugno 2018:
Festival Abruzzo dal vivo, 30 Giugno 2018 - Dalle ore 10:30 alle 12:00 si terranno le lezioni aperte di chitarra all'ex Scuola elementare di Castel Castagna, Abruzzo. Alle ore 18.00 del 30 Giugno 2018 all' Abbazia di S. Maria di Ronzano si terrà il concerto di chitarra . Puoi leggere il nuovo articolo sul concerto in Abruzzo su
Novità.
Florence Guitar Festival: Concerto di chitarra di Ganesh Del Vescovo dedicato al maestro Company, sabato 19 Maggio 2018 ore 21:15, Sala Vanni, Firenze . Ore 15-16 di sabato 19 Maggio 2018: Masterclass di Ganesh Del Vescovo Le tecniche usuali e inusuali...Vai sulla pagina Concerti.
Festival Abruzzo dal vivo, 30 Giugno 2018 - Dalle ore 10:30 alle 12:00 si terranno le lezioni aperte di chitarra all'ex Scuola elementare di Castel Castagna, Abruzzo. Alle ore 18.00 del 30 Giugno 2018 all' Abbazia di S. Maria di Ronzano si terrà il concerto di chitarra .
Concerto di chitarra di Ganesh Del Vescovo Venerdì 13 Ottobre 2017 ore 21:00, Chiesa di S. Lorenzo a Vicchio di Rimaggio, Bagno a Ripoli (Fi), musiche di Couperin (Passacaglia), Bach (Suite 996) e Mozart (12 Variazioni su Ah, vous dirais-je, Maman), Del Vescovo, maggiori informazioni sulla pagina Concerti.
. Fiori Musicali - Concerto di chitarra di Ganesh Del Vescovo sabato 20 Maggio 2017 ore 20:00: Sala concerto del Centro Studi Musica e Arte - via Pietrapiana 32, Firenze Dedicato a Manuel de Falla, Il Maestro eseguirà musiche di Couperin, Bach, Torroba, de Falla, Del Vescovo...leggi su Concerti.
Recital chitarristico di Ganesh Del Vescovo , concerto conclusivo relativo al VIII Concorso Internazionale di Liuteria - Domenica 21 Maggio 2017 ore 17:00: presso la Sala Pilade Biondi del Palazzo Comunale di Sesto Fiorentino, ingresso libero, clicca su Concerti.
Masterclass di Ganesh del Vescovo Sabato 3 Giugno 2017, dalle ore dalle 10. alle 13 e dalle 15 alle 19 presso la sede di “DoReMi”, International Musical Academy (D.I.M.A), siti nei locali parrocchiali della Parrocchia di San Gemignano ad Arezzo. La masterclass sara` seguita dal concerto mattutino di domenica 4 alle ore 11 nella Chiesa di Santa Maria della Porta (Chiesa di Porta Crucifera) ad Arezzo, maggiori informazioni su Concerti.
Sono molto felice di annunciare che ho vinto il 11° CONCORSO INTERNAZIONALE DI COMPOSIZIONE PER CHITARRA CLASSICA "MICHELE PITTALUGA" con il pezzo per 2 chitarre intitolato Improvviso e Ritmico...leggi su Novità.
Recital di chitarra di Ganesh Del Vescovo sabato 24 Settembre 2016 ore 19:00,Chiesa di S.Eligio degli Orefici - via di S. Eligio, 7 Roma, Musiche di Villa-Lobos, Torroba, Couperin, Rodrigo, Del Vescovo.
E' possibile abbonarsi alla splendida monografia (collana Guitart) " La chitarra senza confini", 144 pagine (italiano/inglese) dedicata alle possibilità tecniche estreme della scrittura chitarristica + CD allegato con 55 tracce musicali di esempio... clicca su Novità.
E' disponibile online l'intervista fatta dalla musicologa Eleonora Negri a Ganesh Del Vescovo, pubblicata dalla rivista Guitart sul numero di ottobre/dicembre 2015. Vi si annuncia anche il prossimo inserto: "La chitarra senza confini - Manuale delle nuove possibilità tecniche per la chitarra, per chitarristi e compositori" - Fascicolo + CD, vai su novità per leggerla...
Si terrà un concerto di composizioni di Ganesh Del Vescovo, suonate dal compositore, il 23 novembre 2015 al Lyceum Club Internazionale, Via degli Alfani, 48, Firenze (vedere Concerti ed eventi per il programma).
E' stata pubblicata un'interessante "Conversazione con Ganesh Del Vescovo" tenuta con Ganesh da Poireinganba Thangjam/Len, sulla rivista web Classical Guitar Augmented, la trovi su Novità.
Sabato 5 Dicembre ore 21, ci sarà un concerto di Ganesh presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Arezzo, con musiche di Frescobaldi, Torroba, Rodrigo, Villa-Lobos e Ganesh Del Vescovo. Leggi qui il programma.
Domenica 6 Dicembre 2015, Ganesh Del Vescovo terrà un Master class presso la D.I.M.A di Arezzo, per saperne di più clicca qui.
Un CD dedicate alle sue musiche sarà pubblicato da EMA Vinci con il titolo "Omaggio a Ganesh Del Vescovo". Questo CD sarà presentato il 23 Novembre 2015 al Lyceum Club Internazionale, via degli Alfani 49 Firenze, alle 20.30
Una recente intervista della musicologa Eleonora Negri con Ganesh Del Vescovo sarà pubblicata nel prossimo numero della rivista Guitart....Il prossimo numero di Guitart pubblicherà lo spartito della musica del video Pioggia d'autunno di Ganesh Del Vescovo (vedere Novità per ulteriori informazioni). Un importante fascicolo monografico del compositore Ganesh Del Vescovo che parla dei suoi lavori per la chitarra sarà presto pubblicato dalla rivista Guitart. È in allestimento l’intera opera per chitarra sola del compositore che sarà pubblicata prossimamente da Sinfonica, e che andrà a completare le opere già pubblicate. L’opera consisterà in tre volumi, a cui sarà allegato un CD audio per ciascun volume.
Nel 2011 Ganesh ha ricevuto il primo premio per la composizione al Festival Internazionale di “Claxica 2011” di Castel d’Aiano, Bologna, con il pezzo per solo chitarra Schegge di luce, pubblicato da Sinfonica, clicca su novita'in homepage...
E' uscita la trascrizione per chitarra di Ganesh di "Children's Corner" di Claude Debussy, ascolta l'anteprima in mp3 in novita'. ...
Guarda gli ultimi video...

Sei studi per chitarra di Ganesh Del Vescovo
Sei Momenti Musicali di Schubert

Suite "alla montagna" di Ganesh Del Vescovo.Clicca qui per leggere il commento

Il Fronimo – rivista di chitarra

Edizioni il Dialogo – Milano – luglio 2001
Articolo di Alvaro Company

 Sei studi per chitarra di Ganesh Del Vescovo

Ganesh Del Vescovo
Sei Studi per chitarra
Edizioni Musicali Sinfonica, Milano, 2001

I Sei Studi per chitarra di Ganesh Del Vescovo colpiscono già al primo sguardo e ascolto per il distinto carattere e la singolare originalità di ciascuno; ognuno di questi si sviluppa impiegando, oltre alle specifiche tecniche strumentali più aggiornate, alcune prassi nuove, inventate dal compositore, e altre, chitarristicamente inedite, da lui riprese della strumentalità orientale. Le tecniche qui suggerite, se studiate, potranno ampliare le capacità esecutive dell’interprete e perciò meritano un’attenta riflessione. Le risonanze dei raga indiani e degli antichi modi greci si coniugano col linguaggio musicale occidentale in una fusione spontanea, che diviene autentica espressione di un mondo sonoro nuovo.
Il I studio – “Invocazione a Sita” su una nota ribattuta – è un disteso canto devozionale in cui misura e intuito determinano l’armonioso svolgimento di una linea melodica, intonata su un modo che ricorda un raga indiano; tale linea diviene la rappresentazione espressiva del proprio animo, in cui si avvicendano progressivamente, con ampie arcate, momenti interiori quasi meditativi con altri di grande tensione lirica. Una nota pedale più acuta (quasi sempre un Mi realizzato sulla prima corda e, nei crescendi, su prima e seconda) eseguita in tremolo, spesso assai lieve e carezzevole, accompagna e integra il canto nel basso.
Il II Studio – “Sulle percussioni” – si svolge all’inizio impetuosamente con ricchezza di timbri percussivi, in un disegno eseguito dalla mano destra a cui si accompagna una successione ostinata di note quasi sempre ribattute, eseguite sulla tastiera dalla sola mano sinistra; segue un breve episodio con un dialogo più disteso fra le due mani sempre indipendenti. Qui la mano sinistra produce da sola, con una tecnica nuova e personale di Del Vescovo, rapidi accordi arpeggiati sulle sei corde composti da soli armonici naturali, mentre la mano destra realizza per proprio conto la percussione. L’episodio successivo inizia con un crescendo e accelerando, in cui fa la sua prima apparizione il “pizzicato Ganesh”, che si realizza premendo sulla tastiera con un dito della mano destra e pizzicandola contemporaneamente con un altro dito della stessa mano (per lo più con il pollice). Ciò consente alla mano sinistra, rimasta libera, di realizzare da sola altri disegni (note o percussioni). Tutto l’insieme è di grande effetto.
Il III Studio – “Sui microtoni” – è composto da una struttura musicale quasi sempre monodica, con l’eccezione di qualche momento in cui una o, più raramente, due note rimangono in risonanza sovrapponendosi al disegno melodico che segue. La prescritta indicazione dei quarti e ottavi di tono va considerata con una certa approssimazione, per la natura stessa della tecnica esecutiva. Per effetto di questa “mutazione di toni” – soprattutto degli intervalli-chiave in cui affiora maggiormente una lieve identità tematica – il canto si delinea in una dimensione in cui le note, non più riferibili ai normali gradi diatonici e cromatici, fanno trapelare in modo trasfigurato il senso del raga; nasce così, con sorprendente semplicità, una linea melodica sottilmente variata, estremamente espressiva e autenticamente affascinante.
Il IV Studio – “Sandhya I” – impiega una particolare tecnica di portamento, che Del Vescovo chiama “glissato Sarod” e che deriva da una tecnica impiegata su uno strumento orientale. Tale tecnica consiste nel premere con la base dell’unghia, anziché col polpastrello, una corda sulla tastiera per scivolarvi da un tasto all’altro – il più delle volte rapidamente – con un effetto di portamento legato, ma più risonante. Il ritmo è abbastanza libero e fa pensare ad un recitativo: un dialogo tra due personaggi di cui il primo appare più imperioso, spesso concitato, qualche volta petulante (effetto realizzato grazie al “glissato Sarod”) e l’altro, di carattere più pacato, si esprime con note lunghe (“etouffés  con risonanza”) o con una serie più tranquilla di note legate (realizzate con la normale tecnica chitarristici del legato) o anche con una successione di note eseguite con l’effetto del pizzicato. L’insieme suggerisce l’immagine di due maschere del teatro orientale che conversano o discutono fra loro.
Il V Studio – “Sul pizzicato Ganesh” – si avvale costantemente di questa nuova tecnica, di cui ho già parlato a proposito del II Studio; ma qui l’impiego di tale tecnica è sistematico e sempre associato ad altre note, che – sulla stessa corda o su un’altra – scorrono rapidissimamente col normale legato della mano sinistra. Le varie combinazioni tecniche nel presente studio si intrecciano con elegante rapidità e virtuosismo; l’effetto è sorprendente per il gioco sonoro di scale “oscillanti” come ondate ricorrenti, messe in luce dagli accenti musicali che le sottolineano. Tecnica, virtuosismo e gestualità strumentale si fondono qui in una felice simbiosi di mimica e suono.
Il VI Studio – “Antar Mouna” (Silenzio interiore) – sugli armonici conclude la serie. Come lo stesso titolo suggerisce, questa composizione ha carattere meditativo. La terza corda è abbassata a Fa diesis per meglio consentire la realizzazione di determinati accordi arpeggiati e di “risonanze” di una specifica area modale, che ruota intorno ad un cromatismo ascendente o discendente assai sensibile e struggente, in particolare sul II, IV e VII grado. Anche se traspare l’influenza del mondo dei raga indiani, qui tale “risonanza” appare più come un riflesso di una scoperta personale e intuitiva di un mondo di harmoniae interiori ritrovate ascoltandosi nel proprio microcosmo. Il brano sviluppa nella prima parte, molto distesa, un senso di spazialità: qualche rado accordo arpeggiato, composto da suoni normali, fa da base ad un trasparente susseguirsi di note armoniche, anche sovracute, che si diffondono in uno spazio sonoro quasi siderale; nella seconda parte, il brano si ravviva, si fa più incalzante e concitato, quasi drammatico, per calmarsi alla fine concludendo con un arpeggio che ritrova le tracce dei suoni iniziali cui segue, concludendo,una breve e lieve “scia” di note sempre più acute, come un ricordo che svanisce rallentando e diminuendo, quasi perdendosi nello spazio…
Tutte le tecniche utilizzate vengono ampiamente illustrate nella prefazione del volume, che è accompagnato da un CD con la registrazione degli studi realizzata dall’autore.


Alvaro Company

Clicca sull'icona per salvare la recensione in pdf (richiede Adobe Acrobat)

scarica la recensione su Ganesh Del Vescovo in pdf